Proposta per l’obbligo di salita dalla porta anteriore sui bus

In Corso 15 dicembre 2015

Una misura per ridurre al minimo l’evasione del titolo di viaggio: la nostra proposta prevede l’estensione, alle società di mobilità partecipate da Roma Capitale e alle concessionarie del trasporto pubblico locale, della disposizione integrativa ai propri rispettivi regolamenti e condizioni generali di trasporto, secondo cui, all’apparire del bus, l’intenzione di salire va segnalata mediante un segno della mano in modo da preavvisare l’autista e che la salita del passeggero avviene esclusivamente dalla porta anteriore, previo controllo della regolarità del titolo di viaggio da parte del conducente, mentre la discesa avviene dalla porta posteriore o da quella centrale se l’autobus è a tre porte. Salita e discesa, inoltre, devono essere effettuate ad autobus fermo.
A fronte di tale quotidiana opera di supporto al contrasto all’evasione tariffaria, le società di mobilità partecipate da Roma Capitale e le concessionarie del trasporto pubblico locale dovranno prevedere per i propri rispettivi conducenti degli appositi e adeguati sistemi incentivanti, oltre a un premio di produzione legato al miglioramento dell’evasione tariffaria e alla contrattazione aziendale.
Su linee difficili per alto affollamento e in situazioni di particolare traffico, al conducente andrà affiancato nell’opera di contrasto all’evasione tariffaria anche un apposito controllore che dovrà occuparsi di effettuare biglietti a bordo, nonché apposite squadre incaricate di bigliettai e controllori a terra, prevedendosi altresì l’obbligo di realizzazione per le aziende e le concessionarie di un’efficace app per smartphone che emetta e controlli i biglietti, anche mediante le nuove tecnologie derivanti dall’utilizzo di sistemi c.d. di “NFC”, senza sprechi di tempo ed energie per operatori e utenti del trasporto pubblico.

Prop 26_2014 RC.2014.4243_BUS SALITA ANTERIORE